Come risparmiare in casa senza sacrificare la qualità della vita

risparmiare-in-casa-610x379

Il risparmio familiare

In tempi di crisi la maggior parte delle famiglie sono portate ad adottare alcuni piccoli accorgimenti per risparmiare negli acquisti, cambiando anche alcune abitudini.

Le possibilità per risparmiare in casa sono molte, a partire dai prodotti alternativia quelli troppo costosi, fino ad arrivare ad alcune rinunce.

Risparmiare non significa però necessariamente privarsi di qualcosa che ci serve.

Prima di dover rinunciare ad oggetti che ci sono utili o ad abitudini consolidate, ci sono molte altre possibilità.

Esistono dei prodotti alternativi meno costosi, esistono delle soluzioni fai da te economiche, ed esiste molto altro ancora.

Comunque, il primo passo per iniziare a risparmiare è quello di definire quanto spendiamo abitualmente, e quanto vorremmo risparmiare. In questo modo poi ci sarà più facile capire dove e come andare a tagliare le spese.

Ciò premesso, vediamo ora alcuni semplici consigli sul come é possibile fare dei risparmi.

Nelle manutenzioni, e nelle pulizie domestiche

Ogni casa ha bisogno di pulizie e di manutenzioni, ed i prodotti necessari allo scopo hanno i loro costi.

A volte esistono però anche delle alternative all’acquisto molto valide, oppure dei semplici accorgimenti che vi aiuteranno nelle pulizie della casa. Eccone alcuni.

  • Invece di comperare panni e stracci per pulire, utilizzate le magliette di cotone vecchie che non indossate più. Se al momento non le avete disponibili, per pulire perfettamente vetri, i mobili e le superfici varie, optate per dei panni in microfibra, multiuso, che necessitano solo di acqua calda e di qualche goccia di sapone di Marsiglia.
  • Comprate dei detersivi e dei detergenti sfusi in contenitori grandi: oltre a poter riutilizzare il contenitore, potete abbatterete anche il loro costo.
  • Se possedete una lavastoviglie, per evitare sprechi di acqua e di energia elettrica utilizzatela solo quando è davvero necessario.
  • Fate attenzione anche ad utilizzare la lavatrice: utilizzatela con un carico ben “pensato”, ed utilizzatela durante le ore in cui la tariffa elettrica è minore.
  • Se dovete cambiare le lampadine di casa, scegliete delle lampade a LED, o comunque quelle a basso consumo energetico.
  • Molti sono gli elettrodomestici e gli accessori vari che ci sono molto comodi, ma il il cui utilizzo a volte può essere limitato. Il phon, l’asciugatrice, il forno o l’aspirapolvere, dovrebbero essere utilizzati con moderazione e con buon senso: ad esempio se dovete togliere polvere da piccole zone della casa, usate un scopa anziché l’aspirapolvere, non solo perché in tal modo risparmierete energia, ma anche perché farete un po’ di esercizio fisico.
  • Scegliete quegli elettrodomestici – in particolare quelli che usate più spesso (come la lavatrice, la lavastoviglie o il condizionatore), che hanno una buona classe di efficienza energetica. Infatti, non sempre quel prodotto che costa meno vi fa risparmiare: perché molto spesso si rompe prima (costringendovi ad una nuova spesa), e perché consuma molto di più. Meglio allora optare per degli elettrodomestici semplici, di buona qualità e di lunga durata.
  • Infine, invece di lasciare in stand-by gli elettrodomestici che non usate, spegneteli del tutto per evitare lo spreco di corrente elettrica.

Negli alimenti, e nei prodotti per la cucina

Ovviamente non si può rinunciare alla buona qualità dei prodotti alimentari che si mangiano ma ci sono – anche in questo caso – degli accorgimenti che di possono seguire per risparmiare. Ecco i nostri consigli a questo riguardo.

  • Prima di procedere a degli acquisti, confrontate le diverse offerte dei diversi supermercati.
  • Prestate attenzione all’esistenza di prodotti in scadenza: spesso sono scontati, ma sono ancora utilizzabili nel breve periodo.
  • Non dimenticate di portare con voi gli eventuali buoni sconto ed i tagliandi per le offerte: possono davvero aiutarvi ad abbattere il costo della spesa alimentare!
  • Evitate, per quanto possibile, di acquistare dei prodotti mono uso, come i tovaglioli di carta, le borse di plastica, i piatti di plastica e simili: sono uno spreco inutile e sono costosi.
  • Evitate gli sprechi alimentari: scegliete quei prodotti che davvero vi servono e che consumerete, invece di riempire il frigorifero e gli armadi di prodotti che non vi servono.
  • Cercate di acquistare i prodotti direttamente dai loro produttori, in special modo la frutta e la verdura se vi è possibile, e comprate gli alimenti di stagione, più economici e sicuramente più sani.
  • In cucina difficilmente si butta via qualcosa: utilizzate sempre gli avanzi per inventare nuove ricette! E, se proprio non fosse possibile, con gli scarti create un compost per le vostre piante e per il vostro giardino.

Nei saponi, nei prodotti per la pulizia e la cosmesi

  • Date la preferenza al sapone di Marsiglia: è più economico e pulisce a fondo.
  • Ma è anche possibile fare il sapone in casa: vi bastano dell’olio di oliva (100o g), dell’acqua (300g) e della soda caustica (130 g).
  • Altro prodotto molto utile per pulire – che dovrebbe essere presente in tutte le case – è l’aceto bianco: toglie i cattivi odori dai piatti (ma anche dai materassi!) ed aiuta a disinfettare.
  • Il bicarbonato di sodio è fondamentale per la pulizia: lo potete utilizzarlo sia per lavare i piatti, sia per pulire le superfici, ma anche il pavimento.
  • Cercate di scegliere dei prodotti fatti con dei materiali riciclati (come la carta igienica) o naturali: a volte costano meno, ed hanno la stessa efficacia dei prodotti chimici.
  • Prestate attenzione anche ai prodotti per il trucco ed ai cosmetici che usate: esistono molti prodotti naturali che hanno un costo più contenuto di quelli sintetici prodotti dalle grosse aziende internazionali.
  • Lo stesso discorso vale per i farmaci: i cosiddetti farmaci generici costano di meno e contengono gli stessi principi attivi dei farmaci di marca.
  • Le lamette «usa e getta» per la barba e per la depilazione non sono monouso, e possono essere utilizzate due o tre volte.
  • Per pulire e per grattare le superfici, riutilizzate gli spazzolini vecchi, invece di acquistare delle pagliette e delle spugne nuove.
  • Per lavarvi, è meglio se usate la doccia piuttosto che fare il bagno: risparmierete circa 200 litri di acqua al mese!

Alcuni consigli utili di carattere generale

  • Evitate di acquistare quegli oggetti che non vi servono realmente, ma di cui siete solamente incuriositi.
  • Molto spesso un amico o un vicino di casa ha degli oggetti o degli attrezzi che non utilizzano molto spesso o che non utilizzano affatto ma che vi possono essere utili: chiedeteli in prestito!
  • Se ci sono prodotti che si possono produrre col fai-da-te, non perdete tempo per andare in negozio: rimboccatevi le mani e mettetevi al lavoro. Il risultato sarà certamente soddisfacente, ed in più avrete risparmiato!
  • In inverno, fate attenzione al riscaldamento: in casa la temperatura ideale è di 20-22 °centigradi  e, se ci sono delle stanze che non utilizzate, spegnete i termosifoni.
  • Restando in tema di riscaldamento, utilizzate gli umidificatori da termosifone, piuttosto che gli umidificatori elettrici: costano di meno e non consumano corrente.
  • Riciclate quanto più  vi è possibile.

Per concludere: risparmiare in casa è molto più semplice di quanto si pensi, basta seguire dei piccoli accorgimenti che non andranno a sconvolgere le vostre abitudini quotidiane.

Lascia un commento