Il Modem router (combinato)

Il modem router è quel dispositivo che ci viene fornito, di norma, dall’internet provider (Vodafone, Tim, Fastweb, ecc) nel momento in cui attiviamo un contratto di fornitura per la connettività.

Raramente si pensa di sostituire il modello di default, di solito offerto in comodato d’uso, con un dispositivo proprio, scelto personalmente in base alle proprie preferenze e alle proprie esigenze.

Si tratta di un’alternativa da prendere in considerazione, perché non solo evita il costo del noleggio, ma ci permette d’incrementare le performance di navigazione e di sfruttare al massimo la potenza della connessione.

Il canone di un modem router in comodato potrebbe sembrarti irrisorio. Si tratta però di un costo che continua nel tempo, anche quando l’apparecchio sarà diventato obsoleto, mentre l’acquisto di uno proprio lo si si ammortizza rapidamente in pochi mesi.

L’installazione di un modem router è piuttosto semplice: nella maggior parte dei casi è sufficiente seguire la procedura di autoinstallazione indicata nelle istruzioni.

Chi utilizza quotidianamente la connessione internet, non solo per il computer ma anche per tablet e smartphone, dovrebbe prendere in considerazione l’opportunità di acquistare un modem router che di delle prestazioni migliori di quelli forniti a noleggio dai provider: la differenza di performance può risultare davvero sorprendente.

Ti potrebbe anche interessare: I migliori modem router >>

Che cosa è un modem router ed a cosa serve

Per poter effettuare la connessione in internet, si utilizza normalmente un MoDem, ovvero un “modulatore demodulatore” in grado di catturare i segnali inviati dalla rete telefonica, sfruttando la tecnologia utilizzata dal provider -che può essere adsl, fibra ottica o altro – e trasmettere i dati ad un computer.

Se la nostra necessità è quella di connettere più dispositivi e non solo il computer ma anche lo smartphone ed il tablet, avvalendoci magari di una rete wireless, è necessario disporre di un router wifi che sia dotato di più porte ethernet e della possibilità di connettere un certo numero di dispositivi mobili alla rete senza fili.

Quasi tutti i provider di connettività internet forniscono dei modem / router wireless integrati, che svolgono entrambe le funzioni.  Non si tratta in genere di apparecchi particolarmente performanti.

Per questo può essere opportuna la sostituzione del dispositivo fornito in comodato, con un modello più nuovo che sia adatto a soddisfare le nostre esigenze. Vediamo come.

Cosa cercare in un modem router combinato

Quando acquisti una combinazione di modem router, ci sono alcune cose che devi tenere a mente per assicurarti di ottenere la migliore esperienza.

Velocità

Se hai Internet insolitamente veloce, come un piano gigabit, assicurati che il modem / router che scegli possa supportarlo. Molti router e modem in questi giorni sono in grado di gestire queste velocità, ma i modelli economici o le vecchie versioni potrebbero non disporre dei protocolli necessari.

Cosa succede se il tuo modem router non è in grado di gestire la tua velocità internet? Funzionerà ancora, quindi puoi usarlo. Ma modem e router sono classificati per una certa velocità massima e, se il tuo piano fornisce più di quanto i tuoi dispositivi possano gestire, la velocità extra viene sprecata.

Modem vs router

Per dirla semplicemente, il modem prende il segnale dal tuo ISP e lo rende utilizzabile dai tuoi dispositivi. Il router quindi prende quel segnale e lo rende wireless. Senza un router, dovresti collegare ogni dispositivo al modem con un cavo Ethernet per collegarlo online.

Una combinazione di modem router prende i due dispositivi e li mette in una scatola per comodità. Consente di risparmiare spazio e semplifica l’acquisto e la configurazione, anche se a discapito della flessibilità e dell’aggiornamento.

Combo contro equipaggiamento individuale

La ragione principale per un combo modem router è la comodità: entrambi i dispositivi sono racchiusi in un contenitore, risparmiando spazio e semplificando la gestione dei dispositivi.

Lo svantaggio di un dispositivo combinato è la mancanza di flessibilità. Se vuoi un particolare router, beh, troppo male. Sei bloccato con quello fornito con la tua unità combinata o stai acquistando un altro router e rendendo metà della tua combo obsoleta. I router in una combinazione sono in genere molto meno potenti dei router stand-alone top-end sul mercato.

Ora, per la maggior parte delle persone, la praticità del dispositivo combinato supererà molto probabilmente tutti i potenziali svantaggi che potrebbero correre. Gli utenti esperti, d’altra parte, potrebbero voler attaccare a dispositivi separati per consentire futuri aggiornamenti e router wireless più potenti in grado di soddisfare esigenze specifiche, come lo streaming o le grandi abitazioni.

Verificare la compatibilità con il proprio internet provider

Per scegliere il modem router più adatto alle proprie esigenze occorre tenere conto di alcune caratteristiche.

La prima caratteristica riguarda sicuramente la compatibilità del nuovo dispositivo con il tipo di tecnologia utilizzato dal proprio internet provider.

Non solo per la velocità di connessione ma – come appena detto- anche in base alla tecnologia utilizzata che può variare da una zona all’altra: attualmente si parla soprattutto di adsl e di “fibra ottica” o vdsl.

Avere queste informazioni è piuttosto facile: basta andare sul sito web del proprio fornitore di connettività  e cercare la lista dei dispositivi compatibili, oppure andare sul sito del produttore del modem che si desidera acquistare.

Talvolta è il provider stesso a proporre l’acquisto di un modem router. Di solito si tratta di dispositivi non particolarmente vantaggiosi da un punto di vista prezzo/performance. Quindi prima di accettare l’offerta del fornitore di servizi internet è sembre bene fare una comparazione dell’offerta con quanto offre il resto del mercato.

Internet veloce o super veloce?

Nella scelta di un modem router, uno dei parametri da considerare è la velocità della connessione.

  • Se il proprio provider fornisce una connessione rapida e performante è necessario installare un dispositivo adeguato.
  • Al contrario, è inutile scegliere un modem / router dalle prestazioni molto elevate se il provider non garantisce una connessione sufficientemente veloce.

I modem router si distinguono per lo standard DOCSIS supportato, che attualmente è arrivato alla versione 3.1.

Tuttavia, quasi tutti i dispositivi diffusi sul mercato e utilizzati sfruttano la versione 3.0.

Si raccomanda invece di evitare le versioni precedenti al 3.0 e di provvedere alla sostituzione di un modem router che utilizzi, ad esempio, il protocollo DOCSIS 2.0, poiché questo non permetterebbe di usufruire pienamente della potenza della propria connessione.

Rete wireless o porta Ethernet

La presenza in un modem router di una o più porte Ethernet spesso non viene considerata.

Si tratta invece di un elemento molto importante, per quanto ormai si tenda ad avvalersi in prevalenza della tecnologia wireless.

Disporre di almeno quattro porte Ethernet (è lo standard dei modem / router attualmente diffusi sul mercato) permette di realizzare una piccola rete locale: una soluzione ideale in un ufficio ma spesso anche in una casa dove si utilizzano diversi computer, che facilita il trasferimento dei dati e la condivisione di giochi e applicazioni.

Inoltre, oggi è possibile trovare dei modem router dotati di porte Gigabit Ethernet che garantiscono un’eccellente velocità di connessione: la presenza di porte Ethernet veloci consente di trasferire con estrema rapidità i file tra i vari elementi connessi alla rete.

Il supporto per la connessione wireless è ovviamente indispensabile e, per poter usufruire di prestazioni elevate occorre scegliere un dispositivo che supporti lo standard 802.11ac attualmente quello più diffuso, e la frequenza dual band o tri band, in base all’ampiezza e alle caratteristiche della struttura da coprire con la rete wireless.

Pur non essendo indispensabile, la presenza di una porta Usb può essere utile, magari per condividere in rete una stampante o un supporto di memoria.

In genere, la maggior parte dei modem router è dotata di una o due porte Usb 2.0 e, in alcuni modelli, anche di una porta Usb 3.0.

Una porta Usb 3.0 è ideale per connettere al router un supporto di memoria condiviso, in modo da poter accedervi rapidamente in tutta l’area coperta dalla rete wireless.

Quando è necessario sostituire il proprio modem router

Come si è detto, i provider internet in genere forniscono un modem router in comodato d’uso, ma non provvedono a sostituirlo quando diventa obsoleto, a meno che non richiedano di modificare l’intero piano di fornitura di connettività.

La soluzione ideale è quella di sostituire il modem router qualora questo non supportasse lo standard DOCSIS 3.0.

Per ottenere le migliori prestazioni si raccomanda anche di aggiornare regolarmente, seguendo le istruzioni, il firmware del dispositivo.

I modelli più moderni in genere provvedono automaticamente ad effettuare gli aggiornamenti.

Per alcuni potrebbe però essere necessario effettuare il download del file: per conoscere i dettagli precisi è sufficiente controllare il pannello di controllo del dispositivo.

Ti potrebbe anche interessare: I migliori modem router >>