Il deumidificatore d’aria: modalità di funzionamento e di utilizzo

Avere un’adeguato livello di umidità negli ambienti in cui si soggiorna a lungo, in casa o in ufficio, è molto salutare ma non é sempre possibile.

Specialmente nelle case e negli appartenenti in cui vivono più persone, nei locali dove sono sono in molti che respirano, o dove si cucina, per esempio.

Senza considerare poi che le costruzioni moderne, grazie all’evoluzione dei materiali isolanti che permettono di non sentire troppo caldo o troppo freddo, tendono a trattenere l’umidità all’interno degli edifici.

Anche in questi casi, il rovescio della medaglia è costituito dalla fastidiosa muffa che si viene a creare in alcuni angoli della casa, con conseguenti cattivi odori e aria insalubre.

Non è sufficiente il solo fatto di areare di tanto in tanto gli ambienti e, quindi, i deumidificatori, se usati in maniera corretta, si rivelano dei validi alleati.

Come funziona un deumidificatore

Le tante offerte presenti del mercato non ci devono confondere: il principio di funzionamento di un deumidificatore è più o meno lo stesso per tutti i modelli.

  • La macchina aspira l’aria e la filtra.
  • Successivamente l’aria viene fatta passare attraverso un radiatore riempito di gas refrigerante.
  • La bassa temperatura del radiatore condensa l’umidità presente, che viene così raccolta in una tanica.
  • L’aria filtrata e privata di umidità viene poi rimessa in circolo da un ventilatore.

Come procedere alla scelta di un deumidificatore

Prima di acquistare un deumidificatore occorre considerare una serie di fattori in modo da assicurarsi di fare la scelta più adatta alle proprie esigenze.

  • Tra questi i fattori, rientrano:
    • la grandezza della stanza: l’area del locale su cui agire è la prima variabile da considerare prima di procedere all’acquisto del deumidificatore;
    • la condizione della stanza dove sarà utilizzato: se l’ambiente in cui metterete il deumidificatore è una cantina, dovrete cercare un dispositivo che abbia una maggiore capacità ed una maggiore potenza rispetto a quelle che sono indicate per un’utilizzo nel soggiorno;
    • quante stanze hanno bisogno di un essere deumidificate: se gli ambienti da trattare sono più di uno si potrebbe optare per un modello portatile su ruote, da poter spostare a seconda delle esigenze del momento.

Quando e maggiormente opportuno usare il deumidificatore

I deumidificatori d’aria si possono utilizzare,

  • in estate – Esistono delle zone geografiche con un clima particolarmente umido  il quale  può diventare insopportabile d’estate in modo particolare: un deumidificatore migliora il comfort all’interno della casa controllando il livello di umidità relativa.
  • in inverno – Ma solo relativamente ad un certo tipo di deumidificatori, quelli essiccativi, che aiutano ad asciugare  gli ambienti particolarmente freddi, senza incorrere nel danneggiamento della ventola per via delle basse temperature.

I deumidificatori d’aria vengono utilizzati con particolare profitto,

  • in presenza di molta umidità – Quando la stanza in cui stiamo è molto umida si sente nell’aria lo sgradevole odore di muffa; nei casi più estremi, le pareti risultano bagnate al tatto, e formano a tessa gocce di condensa.
  • dalle persone con dei problemi di salute – Chi soffre di disturbi legati alla respirazione, come l’asma o le allergie, potrà trarre grande beneficio dall’utilizzo del deumidificatore, perché l’aria “sanata” aiuta ad aprire i seni nasali e ridurre i sintomi di tosse e raffreddore.

Contenuti corrispondenti

Lascia un commento