Deumidificazione ariaImpianti ariaUmidificazione aria

Il deumidificatore d’aria: modalità di funzionamento e di utilizzo

Il deumidificatore ha la funzione di ridurre l’umidità in eccesso nell’aria negli ambienti. Viene utilizzato sia per ragioni igieniche, in quanto un’umidità troppo elevata porta alla formazione di muffa, propagazione di acari, ecc...
Ma anche per ragioni pratiche in quanto troppa umidità, nei vestiti, nei mobili e negli altri elettrodomestici non ha effetti né positivi né piacevoli.
come-funziona-un-deumidificatore

Il benessere negli ambienti in cui si vive

In un ambiente domestico l’umidità dell’aria dovrebbe in generale oscillare indicativamente tra il 40% ed il 50%. Infatti la quantità di umidità presente è determinante nella proliferazione delle muffe e dei batteri e può comportarci problemi respiratori di varia natura.

Anche secondo l’Organizzazione Mondiale Della Sanità un eccesso di umidità, oltre che a causare danni a cose e materiali, incide sulla salute degli occupanti delle case: ed il controllo dell’umidità è il metodo principale per limitare le muffe e gli acari.

Sempre su questo tema, il nostro Ministero della Salute in una sua pubblicazione del 2015  riporta “le condizioni microclimatiche ottimali di un ambiente, per attività fisica moderata (sedentaria), abbigliamento adeguato e in assenza di irraggiamento, in cui la maggioranza degli “occupanti”, si trova in una sensazione di benessere termico”.

Condizioni microclimatiche ottimali (1)
Stagione Temperatura dell’aria (T) Umidità Relativa(UR) Velocità dell’aria(V)
Inverno* 19-22°C 40-50% 0,01- 0,1 m/s
Estate* 24-26°C 50-60% 0,1-0,2 m/s

Questo significa che troppa poca umidità fa – anche – male soprattutto alle persone.

Per questa ragione nei periodi più secchi dell’anno (come è il caso delle abitazione riscaldate in inverno) in molte abitazioni si accendono anche gli umidificatori.

Come funziona un deumidificatore

Il principio di funzionamento di un deumidificatore in tutti i suoi vari modelli è più o meno lo stesso.

  • L’apparecchio aspira l’aria e la filtra.
  • Successivamente l’aria viene fatta passare attraverso un radiatore riempito di gas refrigerante.
  • La bassa temperatura del radiatore condensa l’umidità che vi è presente, che di norma viene così raccolta in una tanica.
  • L’aria filtrata e privata dell’umidità viene poi rimessa in circolo da un ventilatore.

Alcune cose da considerare nella scelta di un deumidificatore

Anche se tutti i deumidificatori lavorano nello stesso modo, non sono tutti uguali.

Ogni singolo modello è stato pensato per rispondere, o almeno per avvicinarsi, alle diverse esigenze di ogni singolo utilizzatore e sono quindi dotati di funzioni o “extra” diversi.

Se sei alla ricerca di un deumidificatore portatile ideale per te e per la tua famiglia, dovresti cominciare con il porti una serie di domande che ti aiuteranno a capire quali siano le esigenze specifiche delle quali non puoi fare a meno.

Tra queste, per esempio anche le seguenti.

Quanto è grande lo spazio in cui deve operare il deumidificatore?

E’ necessario considerare quanto è piccolo o grande lo spazio destinato ad essere deumidificato, in quanto la metratura si lega alla quantità di consumo di energia necessaria al funzionamento ed la capacità di produzione d’acqua.

Quindi dopo aver scelto la sede di “predilezione” dove far operare il deumidificatore, è necessario pensare anche a quanto è vasta l’aria interessata così da ottimizzarne l’efficienza.

Ragiona bene su questo punto. Perché se compri un’unità troppo piccola o troppo grande potrebbe non rivelarsi molto utile o farti spendere più del dovuto.

Domandati anche quali sono gli attuali livelli di umidità dello spazio /degli spazi interessati ad essere deumidificati.

Come scaricare l’acqua raccolta?

Mentre sono in funzione, i deumidificatori raccolgono l’acqua in eccesso presente nell’aria e quindi hanno bisogno di un buon sistema di drenaggio.

Nel caso dei deumidificatori portatili molto piccoli è possibile risolvere questo problema manualmente, svuotando la vaschetta di raccolta cui sono dotati.

Ma attenzione che se il livello di umidità presente nell’aria è molto alto, occorre procedere con questa operazione anche molte volte al giorno.

Nel caso invece di un deumidificatore più grande, è bene pensare ad un grande serbatoio di condensa o meglio ancora ad un sistema di scarico automatico.

Nel caso fosse necessario trasportare il deumidificatore è possibile optare per un modello con le ruote, così da semplificare il lavoro.

Per chi volesse approfondire l’argomento abbiamo scritto un articolo dedicato alla scelta del condizionatore.

Quando è più utile e più opportuno utilizzare il deumidificatore

I deumidificatori d’aria,

 si possono utilizzare in estate

  • Ci sono alcune zone geografiche che hanno un clima particolarmente umido che può diventare insopportabile, d’estate in modo particolare
  • Un deumidificatore migliora il comfort all’interno della nostra casa controllando il livello di umidità relativa.

si possono utilizzare in inverno

In inverno si possono utilizzare solo deumidificatori di un certo tipo: quelli essiccativi che ci aiutano ad asciugare gli ambienti e che sono particolarmente freddi.

A parte ciò, tutti i deumidificatori d’aria hanno una particolare utilità.

quando vengono utilizzati in presenza di molta umidità

Infatti, quando la stanza in cui ci troviamo è molto umida, si sente nell’aria lo sgradevole odore di muffa; nei casi più estremi le pareti risultano bagnate al tatto e formano gocce di condensa.

quando vengono utilizzati dalle persone con dei problemi di salute

Chi soffre di alcuni disturbi legati alla respirazione, come l’asma o le allergie, potrà trarre grande beneficio dall’utilizzo del deumidificatore, perché l’aria “sanata” aiuta ad aprire i seni nasali e ridurre i sintomi di tosse e raffreddore.

Considerazioni conclusive

deumidificatore

I deumidificatori portatili sono degli apparecchi che hanno molte utilità che giustificano il fatto che al giorno d’oggi sono molto popolari.

Infatti, non solo sono una buona soluzione naturale per chi soffre di allergia, ma sono anche un’opzione abbastanza economica per “far vivere” più a lungo i mobili, i tappeti, gli arredi in generale, la carta da parati e anche i vestiti.

Senza dimenticare il fatto più importante, e cioè che rendere l’aria di casa più respirabile ci aiuta a restare più in salute ed a risparmiare anche sulle bollette.

Related posts
Deumidificazione aria

Deumidificatori Klarstein: recensioni ed opinioni su alcuni modelli

Condizionamento ariaDeumidificazione aria

Klarstein Skyscraper Ice Raffreddatore d'Aria 4-in-1: recensione

Deumidificazione aria

Deumidificatori Ariston: modelli a confronto

Deumidificazione aria

I migliori deumidificatori elettrici portatili