Deumidificatori: i migliori prodotti delle marche più note

Sopratutto nei periodi più freddi, in autunno ed in inverno, allorquando nelle nostre abitazioni e negli uffici in cui lavoriamo non ci sono molti ricambi d’aria, ma anche in estate nei periodi più afosi, si può presentare il problema di un’eccessiva umidità.

Ecco allora che ci può essere utile avere un deumidificatore ventilatore.

Per quali ragioni un deumidificatore?

Perché il deumidificatore è un piccolo elettrodomestico appositamente destinato a regolare il livello di umidità degli ambienti chiusi.

Perché é’in grado di migliorare di molto la qualità dell’aria dell’ambiente in cui viene utilizzato, perché oltre a ridurre l’umidità relativa, aiuta a tenere sotto controllo gli allergeni presenti nell’aria, che sono la causa dei principali problemi respiratori e, nei modelli più evoluti.

Perché, all’occorrenza, utilizzando degli olii essenziali è anche in grado di rilasciare del gradevoli profumi.

Avere un corretto livello di umidità in casa o in ufficio è salutare, ma – come conseguenza dell’ evoluzione dei materiali isolanti che permettono di non sentire troppo caldo o troppo freddo le costruzioni moderne tendono a trattenere l’umidità al loro interno – questa condizione non sempre é facile da mantenere. Perciò capita non di rado che si formi della muffa fastidiosa negli angoli delle pareti o dietro mobili di grandi dimensioni (come gli armadi o le credenze).

In questi casi, il solo areare le stanze non è sempre sufficiente, e il deumidificatore si rivela un valido alleato. Occorre però impiegarlo in modo corretto, perché anche un’ambiente con aria troppo secca potrebbe, col tempo, portare danni alla salute delle mucose di occhi, naso e gola.

Questa guida si propone quindi di illustrarvi i migliori deumidificatori, e marche, presenti nel mercato da scegliere in base alle vostre esigenze.

Quali le caratteristiche e le funzioni da valutare quando si sceglie un deumidificatore

Prima di parlare nel dettaglio delle marche e dei modelli facciamo un breve sintesi, sulle varie tipologie, sulle varie funzioni e sulle loro facilità di utilizzo, cui opportunamente occorre tener conto quando si decide di acquistate un deumidificatore.

  • La loro tipologia

Il tipo di apparecchio  è uno dei primi fattori da considerare quando si acquista un deumidificatore, perché la sua tipologia è funzionale ai risultati che si desiderano ottenere dall’utilizzo dell’elettrodomestico, soprattutto relativamente alla metratura dell’ambiente da deumidificare e alla quantità di umidità da rimuovere.

Una tipologia a sé è data dai condizionatori che hanno anche la funzione deumidificante: si tratta – è vero – di elettrodomestici completi, ma in questo caso la funzione di deumidificazione è secondaria, perciò non li analizzeremo in questa sede.

Ciò premesso, esistono sostanzialmente due tipologie di deumidificatori domestici: quelli non elettrici e quelli elettrici.

I deumidificatori non elettrici

  • Sono quelli più economici, sia in termini di prezzi che di consumi.
  • Hanno la forma di una scatola di dimensioni variabili.
  • Contengono al loro interno dei sali, alcuni minerali, ed una miscela di elementi argillosi che attirano e trattengono l’acqua presente nell’aria, svolgendo appunto l’azione di deumidificazione con una autonomia di circa 2 o 3 mesi, trascorsi i quali si renderà necessario sostituire i sali che nel frattempo si saranno sciolti con l’acqua raccolta.
  • La loro portata è piuttosto ridotta: questo tipo di dispositivo è perfetto per le piccole stanze (tra i 9 e i 12 metri quadrati) o per gli armadi, le credenze e gli sgabuzzini.
  • E sconsigliabile l’acquisto di un deumidificatore di questo tipo se l’ambiente da sanare è più grande o se l’umidità particolarmente elevata.

I deumidificatori elettrici

  • Hanno un costo di acquisto, e costi per consumi maggiori, ma la loro efficacia è davvero superiore.
  • Rispetto ai modelli non elettrici appena descritti, si tratta di un’investimento a lungo termine, perché  hanno una durata potenzialmente infinita.
  • Inoltre, se si sceglie un modello di classe energetica alta, si può ridurre sensibilmente anche la spesa per la corrente elettrica.

È su questa seconda tipologia che concentreremo la nostra analisi.

  • Il numero e la natura delle funzioni che ha il deumidificatore

Prima di acquistare un deumidificatore é molto importante considerare quali sono le funzioni di cui è dotato in quanto sono questi elementi quelli che permettono di scegliere l’apparecchio più adatto alle esigenze di chi lo utilizza, soprattutto se si tratta di esigenze particolari. Nei deumidificatori di tipo elettrico si possono riferire alle funzioni :

  • di asciugatura della biancheria: tutti i deumidificatori aiutano a seccare la biancheria lavata, ma alcuni modelli di fascia medio-alta per lo più, sono dotato di una funzione che permette di velocizzare questo processo combinando l’azione deumidificante con l’emissione di aria calda;
  • di ionizzazione: è la funzione che permette alla macchina di emettere nell’aria ioni negativi, migliorando sensibilmente la qualità della stessa, soprattutto in presenza di soggetti allergici;
  • di purificazione dell’aria: come la ionizzazione, questa funzione agisce sulla qualità dell’aria di una ambiente, rimuovendo polveri, pollini, ed allergeni in generale;
  • di autospegnimento: da poter impostare in modo che l’elettrodomestico si spenga una volta raggiunto il livello massimo della tanica di raccolta dell’acqua, per evitare spiacevoli perdite.
  • La loro praticità e la loro facilità e comodità di utilizzo

Un qualunque elettrodomestico utile, deve necessariamente essere anche pratico da usare. Prima di acquistare un deumidificatore informatevi molto bene circa,

  • la facilità della sua quotidiana manutenzione: i piccoli interventi di manutenzione quotidiana, quelli che competono a chi usa l’elettrodomestico, devono essere semplici e agevoli. Assicuratevi ad esempio che la vaschetta che raccoglie la condensa sia facile svuotare;
  • la presenza di un timer: alcuni modelli di deumidificatori sono dotati di timer programmabili, per poter impostare un’orario di accensione e di spegnimento anche quando si è fuori casa. In questo modo, non solo si evitano sprechi superflui di energia, concentrando il funzionamento della macchina solo nelle ore utili, ma è anche possibile fare in modo che rientrando in casa, si trovi già l’ambiente piacevolmente sanato.
  • la silenziosità dell’apparecchio quando è in funzione: chi acquista uno strumento elettrico da utilizzare di notte in camera da letto (e d’estate capita spesso), non può non tener conto del livello di rumore emesso dallo stesso. Quando acquistate il vostro elettrodomestico orientatevi verso quelli che hanno una rumorosità compresa tra i 40 e i 45 dB, in modo da assicurarvi notti piacevoli e rilassanti.

Deumidificatori: i migliori prodotti delle marche più note

Partendo da questi elementi di valutazione appena illustrati, relativamente alle più note marche di deumidificatori, vediamo ora quali sono i modelli con le migliori prestazioni oggi in commercio.

il De Longhi DDS30

Il deumidificatore De Longhi DDS30 è uno dei modelli che, quanto è stato testato, ha ricevuto le più alte valutazioni;

  • E’ molto facile da usare, ed é intuitivo.
  • Il timer di cui è dotato consente di impostare accensione e spegnimenti, per il massimo del comfort;
  • Il suo doppio sistema di scarico, scarico in tanica e scarico ininterrotto attraverso un tubicino, lo rende estremamente versatile e utilizzabile secondo le esigenze del momento (o del luogo).
  • È anche molto silenzioso: tra i 45 e i 50 dB col funzionamento alla massima velocità.
  • E’ compatto e ha uno stile semplice, il che lo rende adatto a qualsiasi ambiente ed a qualsiasi arredamento.
  • Grazie alle ruote di cui è dotato, può essere spostato facilmente là dove serve.
  • Trattandosi di un modello di deumidificatore “combinato”,  ha anche la funzione riscaldamento dell’aria, il che é molto utile per chi ha intenzione di utilizzarlo come asciugabiancheria.
  • La sua capacità do deumidificazione è tra le più alte della categoria: fino a 30 litri al giorno, così come la capienza della sua tanica, tra le più ampie, di ben 4,5 litri.
  • Lavora in maniera efficace anche in ambienti grandi fino a 45-50 metri quadrati: se non hanno un tasso di umidità troppo elevato si presta anche ad essere utilizzato in ambienti più grandi.
  • I consumi, infine, sono davvero contenuti: quando l’elettrodomestico viene utilizzato in modalità “semplice” deumidificatore, appena 300 W per delle avere delle prestazioni difficilmente eguagliabili.
  • Salgono invece di molto i consumi quando lo si utilizza in modalità “combo” (cioè in modalità combinata), arrivando anche fino a 1300 W, a causa delle doppia attività che svolge.

Una curiosità: il De Longhi DDS30 è dotato di una resistenza in ceramica integrata, che permette di raggiungere in poco tempo il massimo livello di deumidificazione.

il De Longhi DDS20

Piazzando al secondo posto della nostra classifica il modello DDS20, la De Longhi conferma la sua fama di leader tra i marchi nel settore della climatizzazione, del riscaldamento e dei prodotti per la casa.

  • Proprio come il deumidificatore DDS30, si tratta di un’elettrodomestico facile ed intuitivo da usare, dotato di funzioni che ne rendono molto pratico l’impiego: filtrazione aria, selezione della velocità, asciugatura della biancheria, dispositivo antigelo.
  • Non ha la possibilità di essere utilizzato in modalità “combo” (cioè in modalità combinata).
  • Ha ha una capacità di deumidificazione di 20 litri, quindi il 50% in meno rispetto al “fratello maggiore”il DDS30; ciò nonostante lavora efficacemente in ambienti tra i 45 e i 50 metri quadrati, o più grandi purché il tasso di umidità non sia eccessivo.
  • Compatto e minimale, si integra in qualsiasi contesto, e le ruote di cui è dotato permettono di spostarlo agevolmente da un’ambiente all’altro.
  • L’unica sua nota dolente è quella dei consumi, un po’ più alti di quanto non ci si potrebbe aspettare in rapporto alle sue sue prestazioni di base: parliamo infatti di 410 W.
  • Resta comunque ottimo il rapporto qualità prezzo, che rende il DDS20 il migliore acquisto per chi desidera risparmiare in sede d’acquisto.

il Trotec TTK40

Il deumidificatore TTK40 dell’austriaca Trotec, è un’apparecchio di fascia economica, dotato di buone funzionalità. Sebbene sia un’apparecchio semplice ed essenziale,

  • è dotato della selezione delle velocità di funzionamento,
  • è dotato di sbrinamento automatico antigelo
  • ha un doppio sistema di eliminazione della condensa,
  • ha uno stop automatico quando il serbatoio dell’acqua è pieno (la capacità della tanica è però di 3,5 litri, quindi un po’ piccola),
  • ha un timer programmabile, per regolare accensione e spegnimento.

La sua manutenzione ordinaria è molto semplice, grazie alla possibilità di estrarre e sciacquare facilmente il filtro.

Anche il suo design è molto semplice e le sue dimensioni sono sufficientemente compatte da permettere al Trotec TTK40 di adattarsi bene in ogni stanza.

Il suo peso contenuto (10 chili) e le ruote permettono di trasportarlo dove serve facilmente.

Il suo prezzo costituisce una nota a suo favore. Mentre la nota negativa e data dalla sua rumorosità che è tra le più altre degli apparecchi di questa categoria.

i deumidificatori Argoclima Dry Plus

Il deumidificatore Dry Plus della Argoclima viene proposto in due varianti: 21 Plus o 25 Plus

  • Entrambi hanno un design lineare che li rende integrabili in qualsiasi tipo di arredamento.
  • Sono dotati di un controllo digitale con display a LED, e di un umidostato di precisione che permette di impostare il livello di umidità in un range che va dal 35 all’80%.
  • Sono facili da usare per la loro ordinaria manutenzione (ad esempio, pulizia del filtro di purificazione dell’aria, svuotamento della tanica).
  • Si tratta di apparecchi adatti ad ambienti aventi delle superfici tra i 28 e i 35 metri quadri.
  • Hanno una capacità di assorbimento che varia dai 21 ai 25 litri, a seconda del modello prescelto.

La loro funzione di riavvio automatico dopo un black out, combinata con la funzione memory, permette di mantenere le impostazioni di utilizzo predefinite e si rivela particolarmente utile.

I deumidificatori più venduti

Contenuti corrispondenti

Lascia un commento